Menu
Ritorna al blog
Ritorna al blog
14/04/2022
L'esperto risponde

Tinta e Capelli fragili: domande e risposte

Arriva un momento in cui non si riescono più ad accettare i primi capelli bianchi perché i rudimentali metodi fai da te (tipo coprirli col mascara) non bastano più, oppure si ha voglia di cambiare look e rinnovare il colore dei capelli con una tinta: ma come gestire questa necessità interiore ed esteriore se si hanno i capelli fragili e fini?

Si rovineranno ancora di più? Quali sono le tinte più adatte? Bisogna rinunciare all'idea?
Approfondiamo l'argomento rispondendo alle domande più frequenti!


tinta capelli fragili


La tinta danneggia i capelli fragili?
Che differenza c'è tra colore permanente e semipermanente?

Quando viene l'idea di tingere i capelli questa è la prima domanda che viene in mente: danneggerò i capelli? Sono già fragili, potrei rovinarli ancora di più? Quale tinta posso fare?

Ebbene, innanzitutto c'è da sapere che la tintura permanente è un processo chimico che si avvale dell'ammoniaca perché questa favorisce l'apertura delle squame del capello allo scopo di far penetrare le molecole della tinta e modificare il colore naturale anche schiarendolo. È una tinta più aggressiva perché modifica la struttura del capello ma, come dice il suo nome, è permanente, ovvero i capelli tinti rimarranno di quel colore in via definitiva, fino a che non saranno tagliati o ricolorati.

La tintura semipermanente invece è priva di ammoniaca, non apre le squame dei capelli ma deposita il colore sullo strato esterno. Per questa ragione è una tinta più delicata che però ha una durata inferiore (mediamente di 10 lavaggi o 6 settimane) che "scarica" progressivamente.


Se i capelli sono già fini e fragili cosa scegliere? E ci sono alternative alla tinta?

Se hai voglia di cambiare colore per sfizio e perché hai voglia di vedere il tuo aspetto rinnovato puoi chiedere nel tuo salone di fiducia informazioni sull'henné, una pianta naturale dalle cui foglie essiccate e macinate si ottiene la polvere colorante.
Non sempre l'henné per i capelli è completamente puro e naturale (e da solo non basta per coprire i capelli bianchi) ma è certamente una tinta alternativa che potrebbe anche migliorare l'aspetto dei capelli fragili e sottili.

Se invece vuoi ricorrere alla colorazione proprio per coprire i capelli bianchi il solo henné puro non è efficace: il prodotto vegetale sarà miscelato con altri composti, oppure si ricorrerà ad altri tipi di tintura.

La tintura senza ammoniaca (dunque crema colorata semipermanente) è un'alternativa più delicata. Anche qui, un bravo parrucchiere esperto sarà d'aiuto per consigliarti al meglio.


tinta capelli fragili


Lo shampoo fa sbiadire la tinta?

Nemmeno il nome sulla carta d'identità è definitivo! Possiamo forse pensare che la colorazione dei capelli lo sia? No, però possiamo fare qualcosa per ritardare il processo di sbiadimento e scolorimento, ovvero usare i prodotti giusti per la manutenzione quotidiana.

Con i prodotti per capelli personalizzati puoi ottenere grandi risultati quando hai i capelli tinti e non vuoi rischiare che diventino opachi, sbiaditi, fragili.
Per formulare il prodotto più giusto per i tuoi capelli scegli nel test protezione colore tra i benefici, così il colore sarà vibrante e durerà più a lungo. 


Come prendersi cura dei capelli tinti?

I capelli colorati hanno bisogno di più attenzioni. Idratazione è la parola chiave: non ci stancheremo mai di ripetere che un capello nutrito è un capello dall'aspetto più sano, corposo, brillante e che tiene meglio la piega.

La tinta rende i capelli più secchi ecco perché l'idratazione costante di balsamo e maschera per chiome colorate contiene i danni e mantiene i capelli al meglio, con il colore protetto e brillante.
Quindi inserisci il balsamo personalizzato con protezione colore nella tua haircare routine abituale, dopo aver lavato e tamponato i capelli, applicalo sulle lunghezze e lascialo in posa per almeno due minuti.
Per un condizionamento più profondo fai una maschera post shampoo ogni dieci giorni.


chioma lunga


Cosa fare con la ricrescita?

Quando la ricrescita inizia a vedersi, da pochi millimetri a qualche centimetro in corrispondenza della cute, si ripresenta la necessità di intervenire sul colore dei capelli. Prima di rifare una tinta completa, però, si potrà tenere a bada la ricrescita con l'aiuto di un colore fai da te applicato con un piccolo pennello.


Posso usare la piastra sui capelli colorati?

Se i capelli sono stati tinti o decolorati in modo importante, l'uso della piastra e dello styling a caldo è uno stress aggiuntivo per la chioma, ma abbiamo pensato anche a questo e con le giuste precauzioni si può fare.

Quando il tuo uso di strumenti caldi è abituale, ricordati di selezionare nel test il beneficio protezione dal calore, così avrai gli ingredienti giusti nella tua routine di lavaggio e condizionamento. Aggiungi il termoprotettore prima di asciugarli con il phon e prima dello styling a caldo: questa operazione è necessaria per prevenire ulteriori danni e rotture dovute al calore eccessivo. Inoltre, utilizza piastre e ferri di nuova generazione, con rivestimento in ceramica e soprattutto con la temperatura regolabile, senza superare i 150°.


tinta capelli fragili


Se hai i capelli tinti e vuoi proteggere la bellezza delle lunghezze e del colore ora sai cosa devi scegliere nel tuo test per i prodotti personalizzati. E mi raccomando: fai la maschera!!!

Powered by Froala Editor

Haircare su misura

Shampoo, balsamo e maschera creati da te, per te.