Menu
Ritorna al blog
Ritorna al blog
24/03/2022
L'esperto risponde

Quali sono le cause del prurito al cuoio capelluto?

Il prurito al cuoio capelluto è un fastidio che accomuna molte persone, spesso non si arriva all'origine del problema indagando sulle cause e, se trascurato, può solo incrementarsi e durare nel tempo a svantaggio della salute dei capelli e dell'estetica.
Poiché la missione belli capelli parte sempre da un cuoio capelluto sano e dal balance della cute, ecco che se riconosci d'avere questo problema, il post che stai leggendo ti potrà aiutare.

Il cuoio capelluto è una parte del nostro corpo piena di terminazioni nervose sensibili che trasmettono le sensazioni degli stimoli esterni. Il caldo dell'asciugacapelli, gli agenti atmosferici, l'inquinamento e l'uso di prodotti inadatti o troppo aggressivi possono originare una condizione di cuoio capelluto sensibile che provoca prurito.

cause prurito cuoio capelluto


Le principali cause del prurito al cuoio capelluto

Iper sensibilità e squilibrio della cute ci portano a fastidi, pruriti e non solo. Ecco a cosa è necessario far caso per capire l'origine del problema.


1) Acconciature e capelli legati troppo stretti

Il motivo scatenante più semplice e facilmente risolvibile è l'acconciatura sbagliata. Ovvero i capelli legati troppo stretti in una coda di cavallo o che assumono per ore una posizione forzata in una pettinatura insolita come trecce, chignon o raccolti elaborati. In questo caso le terminazioni nervose e i muscoli della testa sono sollecitati, si possono danneggiare i follicoli piliferi e può insorgere il prurito al cuoio capelluto che generalmente si attenua allentando le ciocche delle zone interessate.

cause prurito cuoio capelluto


2) Esposizione solare

Quando ci si espone al sole senza proteggere la testa, con un cappello e con uno spray solare apposito, è facile incorrere in un'irritazione o in una scottatura. Ciò accade specialmente a chi ha i capelli un po' radi e fini: l'arrossamento del cuoio capelluto provoca prurito e, quando è intenso, anche bruciore.
Proteggersi sempre!


3) Forfora e desquamazione

Il prurito in testa può insorgere sia in una condizione di capelli grassi, che in una di capelli secchi. L'effetto più visibile è quello della desquamazione del cuoio capelluto che si alimenta perché, grattandosi per alleviare il fastidio, porzioni di pelle si staccano e cadono tra i capelli e sulle spalle.
Un aumento cronico della desquamazione è legato alla iperproliferazione della pelle da parte del Malassezia Furfur, un lievito normalmente presente sulla superficie cutanea che diventa patogeno quando è sovrabbondante. È anche alla base dello sviluppo e dell'insorgenza della dermatite seborroica di cui parliamo al punto 5.
Forfora e desquamazione non fanno bene alla salute dei capelli perché soffocano i bulbi e ostruiscono i pori. Occorre riportare il cuoio capelluto in uno stato ottimale e privo di prurito.


4) Prodotti per i capelli sbagliati

La forfora visibile è un fattore antiestetico che spesso fa ricorrere a trattamenti d'urto che si rivelano aggressivi o inadatti. Non sempre uno shampoo antiforfora generico è la soluzione ideale al tuo prurito e alla tua desquamazione. Un buon prodotto deve tener conto di altre condizioni del cuoio capelluto e dei capelli affinché si possa considerare efficace.

Tra i benefici che puoi indicare nel test per creare il tuo shampoo personalizzato c'è anti forfora. Per esempio troverai ingredienti naturali come l'olio di avocado o di borragine e la formulazione sarà bilanciata per agire in sinergia con gli altri ingredienti selezionati per i benefici che hai scelto.

Inoltre, i prodotti per lo styling come gel, lacca, cere e schiume si depositano sui capelli e sulla cute. Per evitare che ostruiscano la cute è necessario lavare i capelli più spesso, accuratamente e con lo shampoo più adatto.

shampoo personalizzato anti forfora


5) Dermatite seborroica

La dermatite seborroica è un'infiammazione cronica che coinvolge prevalentemente il cuoio capelluto e il viso. È una malattia soggetta a recidive che si attiva particolarmente nei cambi di stagione, nei periodi di stress, di mancanza di sonno o di squilibrio ormonale.
La pelle e la cute si desquamano (sotto forma di squame untuose) e originano delle crosticine, dando luogo a un costante prurito che, se alleviato grattando, non fa altro che alimentare il problema.
Se si ha il dubbio di avere la dermatite seborroica si può fare una visita dermatologica; lo specialista indicherà i rimedi per ridurre questo stato infiammatorio e calmare il cuoio capelluto al fine di prevenire i danni da follicolite e l'ostruzione dei bulbi piliferi che provoca la caduta dei capelli.

cause prurito cuoio capelluto


6) Pidocchi

Pensi che possa succedere solo ai bambini? Certamente i più piccoli sono facili veicoli dei pidocchi – gli insetti che si nutrono del sangue e che si insediano nella cute umana – però questo può accadere anche in età adulta.
In questo caso occorre seguire una procedura ben precisa per debellare questi parassiti pruriginosi: shampoo medico specifico, pettini a denti molto fitti per rimuovere pidocchi e uova, rigoroso lavaggio di abiti, asciugamani e cuscini.
Il prurito scomparirà con la rimozione di tutti gli sgraditi ospiti!

gif lavare i capelli


7) Altre infiammazioni e malattie della pelle

Oltre a quelle sopraelencate ci sono altre cause che possono scatenare il prurito al cuoio capelluto. Trattasi ad esempio di cicatrici, di reazioni infiammatorie come l'orticaria o la follicolite, di psoriasi, di malattie legate ai nervi o di un tumore della pelle. In questi casi ogni trattamento è affidato alle cure del medico specialista.



Abbiamo creato un hair-test che considera tutti i fattori e le variabili che influenzano la salute dei capelli per poter creare i prodotti personalizzati sulle tue esigenze specifiche. Scopri quali sono i tuoi risultati e i tuoi prodotti unici!

Powered by Froala Editor

Haircare su misura

Shampoo, balsamo e maschera creati da te, per te.